Tag Archives: gnam

CROSTATA DI PASTA SFOGLIA, CREMA DIPLOMATICA E FRUTTA – GLUTEN FREE

In collaborazione con Buitoni.

Come sapete, ormai da diversi mesi, ho eliminato completamente dalla mia alimentazione la farina 00 e mi diverto a sperimentare ingredienti e preparati gluten free per la realizzazioni di nuovi piatti.

La proposta di oggi è ottima e devo dire anche una delle più buone che ho fatto ultimamente.

Infatti grazie alla sfoglia rotonda senza glutine Buitoni sono riuscita in pochissimo tempo a creare una torta buonissima.

Con la sua miscela ricercata di farine, è la soluzione ideale per chi vuol mantenere un regime alimentare senza glutine, senza scendere a compromessi con gusto e qualità! Friabile e croccante è adatta non solo ai celiaci ma a tutta la famiglia, infatti è andata a ruba tra grandi e piccini.

Oltre alla sfoglia ho scoperto anche tutti gli altri prodotti della linea gluten free della Buitoni – potete vederli cliccando QUI.

CROSTATA DI PASTA SFOGLIA, CREMA DIPLOMATICA E FRUTTA – GLUTEN FREE

Iniziate srotolando il rotolo di pasta sfoglia rotonda senza glutine Buitoni adagiandolo direttamente in una tortiera senza toglierla dalla cartaforno sottostante.

Arrotolate le estremita cosi da formare il bordo della torta che servirà per contenere la farcitura. Al centro della torta, con l’aiuto di una forchetta, forate la base così da aiutare l’aria che si formerà in cottura ad uscire. Posizionate i pesi che utilizzate per la cottura in bianco e infornate a 200 gradi per circa 30 minuti.

Una volta cotta la sfoglia sfornatela e lasciatela raffreddare.

Passiamo ora alla preparazione della crema diplomatica.

CREMA DIPLOMATICA

Ingredienti:

  • 250 ml di latte di soia
  • 3 uova
  • 70 g zucchero di canna
  • 25 g amido di mais
  • Porto
  • 150 ml di panna vegetale

Procedimento:

In un pentolino mettete il latte di soia e 2 o 3 cucchiai di Porto, decidete voi la quantità di Porto in base all’intensità di sapore che volete dare alla vostra crema, a fiamma bassissima riscaldate il tutto senza portarlo ad ebollizione.

Prendete ora una terrina e separate gli albumi dai tuorli – a noi serviranno solo i tuorli – aggiungete lo zucchero di canna e montate con una frusta elettrica il tutto, fino a quando otterrete un composto spumoso, aggiungete ora l’amido i mais e continuate a montare.

Versate il tutto nel pentolino con il latte e il Porto, che nel frattempo si sarà riscaldato, con l’aiuto di una frusta mescolate continuamente fino ad ottenere una consistenza densa. Fate molta attenzione a non far attaccare la crema al fondo del pentolino altrimenti si brucerà.

Una volta addensata togliete la vostra crema e versatela in una ciotola per farla raffreddare.

Con l’aiuto di una planetaria o con uno sbattitore elettrico montate la panna che dovrà essere fredda da frigorifero altrimenti non si monterà.

Assemblate ora la crema con la panna, facendo dei movimenti rotatori dal basso verso l’altro fino ad ottenere un composto omogeneo. Ecco ottenuta la crema diplomatica.

Prendiamo la nostra base di sfoglia cotta, farciamola con la crema diplomatica e decoriamo con frutta fresca e una spolverata di zucchero a velo.

La prossima base che voglio provare è la Brisée Senza Glutine Buitoni e ho già in mente una torta rustica salata.

#BuitoniItalia #CambiaInCucina

Buzzoole


ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE AL FORNO

Oggi voglio dedicare questa ricetta a uno degli uomini più importanti della mia vita…il mio papà!

 “A te papà va il mio pensiero oggi. Se penso a te vedo me allo specchio al maschile, sempre con il sorriso sulle labbra e la battuta pronta. Nel tempo le cose ahimè sono cambiate e al posto delle tue battute fatico a malapena a capire cosa tu mi stia dicendo, ma una cosa che non ti ha mai abbandonato è il tuo sorriso che mi accoglie ogni volta che vengo a trovarti. E un’altra cosa che non hai perso è l’appetito e la voglia di mangiare dolci. Ecco perché queste sono per te e prometto che appena ritornerò a casa te le rifarò.

Ti voglio bene papà”

Ingredienti (per circa 10 zeppole)

  • 130 g di farina
  • 120 g di acqua
  • 100 g di burro
  • 20 g di latte intero
  • 3 uova

Ingredienti per la farcitura

  • 500 ml di latte intero
  • 4 tuorli
  • 100 g di zucchero semolato
  • porto
  • 45 g di maizena
  • bacca di vaniglia
  • visciole sciroppate

Procedimento:

Per prima cosa preparate le zeppole.

Versate in un tegame l’acqua, il burro e il latte e a fiamma moderata fate sciogliere il burro e portate il tutto ad ebollizione.

Raggiunta l’ebollizione spostate il tegame dal fuoco e in una sola volta versare tutta la farina girando energeticamente con una frusta per non far formare i grumi. Rimettete sul fuoco il tegame e continuate a girare l’impasto fino a quando non si staccherà dalla superficie e non lascerà una leggera patina bianca sul fondo.

Prendete il composto e versatelo nella planetaria utilizzando la punta a K; lavoratelo per qualche minuto, senza aggiungerci nulla, per farlo intiepidire. Una volta raffreddato aggiungete una alla volta le uova, facendo attenzione ad aggiungere la successiva solo al completo assorbimento della precedente.

Versate l’impasto ottenuto in una sac à poche utilizzando una punta a stella.

Prendete la sac à poche con l’impasto e sulla teglia del forno ricoperta di cartaforno iniziate a delineare dei cerchi fino all’esaurimento dell’impasto, distanziateli almeno di un centrimetro tra loro.

Infornate a 200° per almeno 15 minuti così da far gonfiare l’impasto. Successivamente abbassate la temperatura a 180° e cuocete per 30 minuti. Una volta dorati spegnete il forno e lascette raffreddare.

Preparate ora la crema.

In un pentolino versate il latte, l’estratto della bacca di vaniglia e 2 o 3 cucchiai di Porto. A fiamma bassissima, riscaldate il tutto, senza portarlo ad ebollizione.

In una terrina separate gli albumi dai tuorli – ci serviranno solo i tuorli – aggiungete lo zucchero e montate con una frusta elettrica il tutto, fino a quando il composto diventerà spumoso, aggiungete la maizena e continuate a montare.

Versate il tutto nel pentolino insieme al latte e con l’aiuto di una frusta mescolate continuamente fino ad ottenere una consistenza densa. Fare molta attenzione a non far attaccare la crema al fondo del pentolino altrimenti si brucerà. Una volta addensata togliete la crema e versatela in una ciotola per farla raffreddare.

Sieti pronti ora a farcire le vostre zeppole con la creama e a completamento aggiungete sopra ad ogni zeppola una visciola sciroppata è  proprio il caso di dirlo che saranno “la ciliegina sulla torta”. Io ho utilizzato quelle di Corte Luceoli e devo dire che sono buonissime, come del resto tutti gli altri prodotti di loro produzione ed è per questo che oltre alla mia ricetta vi voglio parlare anche di loro.

Corte Luceoli è un’azienda giovane ed appassionata, amante delle tradizioni da noi proposte in chiave moderna…
La nostra avventura parte da Cantiano, un piccolo comune nel cuore dell’entroterra Marchigiano nella provincia di Pesaro Urbino, definito da sempre la patria della Visciola “Prunus Cerasus”, una particolare e rara varietà di Amarena Selvatica, dove agli inizi del 1900 è nata la famosa “Amarena di Cantiano”.

L’amore per il territorio, il desiderio di rivalutarlo e di lavorare questo antico frutto, preservandone la qualità e l’eccellenza, ci ha portato a nel 2015 a costituire la nostra società Agricola a conduzione familiare, dove tutti i prodotti sono lavorati artigianalmente.

La loro filosofia è quella di produrre senza ricorrere all’uso di coloranti, di emulsionanti e di aromi artificiali, utilizzare solo frutta fresca, proveniente dai migliori consorzi d’Italia e dalla loro società Agricola.


Le Visciole private del loro nocciolo vengono conservate nel proprio sciroppo, con l’aggiunta di zucchero, scorza di limone Biologico selezionato della Costiera Amalfitana e sono prive di qualsiasi tipo di conservante.
Ottime su gelato, yogurt, ricotta o abbinate a formaggi semi stagionati. Perfette per realizzare dolci al cucchiaio come panna cotta, bavarese, e budini o torte al cioccolato, crostate e cheesecake.
Unendole ad acqua fresca si ottiene una bevanda dissetante ed aromatizzata.

GNOCCHETTI ALL’ACQUA

Chi mi segue sa che amo le cose semplici pratiche ma al tempo stesso buone. Ecco perchè oggi vi parlo dei gnocchetti all’acqua facilissimi da realizzare perchè composti da solo due ingredienti…acqua e farina.

Potrete variare il tipo di farina da utilizzare, io ad esempio li faccio spesso con farina integrale e il risultato è ottimo.

Ingredienti

  • 100 g di acqua
  • 100 g di farina 00 o integrale
  • sale q.b.

Procedimento

La preparazione dei gnocchetti all’acqua è facilissima.

Prendete un tegamino e metteteci dell’acqua (attenzione perchè il peso dell’acqua dovrà essere lo stesso della farina, dipende dalla quantità che vi servirà), salatela e portatela ad ebollizione. Un volta raggiunta l’ebollizione spegnete il fuoco e versateci dentro la farina mescolando energicamente per non far formare dei grumi. Prendete l’impasto ottenuto e lavoratelo con le mani fin a farlo diventare omogeneo. Lasciatelo raffreddare.

Successivamente prendete una piccola quantità di pasta e formate un serpentello, tagliate tanti piccoli tocchettini e con l’utilizzo della tavoletta rigata, premete ogni singolo gnocchetto e con una leggera pressione del pollice fatelo roteare così da incidere le striature e appiattire ed arrotolare lo gnocchetto (è più facile a farsi che a dirsi…credetemi!).

Una volta esaurito l’impasto vi basterà far bollire dell’acqua salata e versarci dentro i gnocchetti e non appena emergeranno saranno pronti per essere scolati e conditi.

Quelli per Cri li ho conditi con ORTOLINA KIDS AL POMODORO E VERDURE.

I sughi Ortolina Kids confezionati in comode monoporzioni sono già pronti all’uso. Basta stemperarli con l’acqua di cottura e unirli alla pasta o al riso. I bambini li apprezzeranno di sicuro, anche per il packaging simpatico ed accattivante.

I sughi Ortolina Kids con verdure sono la soluzione ideale per quelle mamme che desiderano abituare i bimbi al gusto delle verdure in maniera accattivante. Confezionati in comodi vasetti monoporzione, i sughi Ortolina Kids hanno in aggiunta alla salsa di pomodoro il 50% di verdure.

Vengono usati i migliori pomodori e verdure, tutti provenienti da produzioni bio certificate, olio di semi di girasole e niente altro. Nessun conservante, nessun addensante, assolutamente gluten free e tre diverse varietà di sapori.


BROWNIES GLUTEN FREE con MIRTILLI e LAMPONI al DOPPIO CIOCCOLATO

Da qualche mese, per problemi di salute, ho modificato completamente la mia alimentazione. Ho eliminato alcuni cibi dalla mia dieta e sostituiti con altri, uno su tutti la farina 00.

Credetemi mi si è aperto un nuovo mondo tutto da scoprire, dai prodotti gluten free alle farine alternative che variano di sapore e consistenza gli impasti.

Da qui la voglia di creare e sperimentare. Infatti la ricetta che vi propongo oggi è proprio un mio esperimento…ho sostituito, da una mia ricetta ormai collaudata, alcuni ingredienti e credetemi sotto certi aspetti il risultato è ancora più buono ma soprattutto più “sano” di quello originale.

Ecco a voi il mio BROWNIES GLUTEN FREE con MIRTILLI e LAMPONI al DOPPIO CIOCCOLATO.

Ingredienti

  • 150 g di cioccolato fondente
  • 100 g di Vallè Soia
  • 2 uova
  • 150 g di zucchero di canna
  • 100 g di Mix farine della Schär
  • 25 g di cacao amaro
  • sale
  • lamponi, mirtilli e gocce di cioccolato fondente (Q.B.)

Procedimento

Per prima cosa iniziate con il far sciogliere in un pentolino o nel microonde il cioccolato fondente, una volta sciolto aggiungete Vallè Soia, l’ho scoperta per caso a supermercato e devo dire che è un’ottima alternativa al burro o alla margarina.

In una ciotola mettete lo zucchero di canna e le uova e montate fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, aggiungete successivamente il Mix di farine della Schär, il cacao ed il sale continuando a mescolare fino ad ottenere un impasto uniforme.

Unite ora i due composti e mescolate, versate il tutto in una tortiera (io ho utilizzato una rettangolare 28 x 18 cm) aggiungete sulla superfici dei mirtilli, dei lamponi e una spolverata di gocce i cioccolato fondente.

 

Infornate e cuocete a 180° per 20/25 minuti.

 

 

Dopo averlo cotto lasciatelo raffreddare e una volta intiepidito tagliatelo a quadrotti.

Se siete golosi come me potete servirlo anche accompagnato con del gelato alla vaniglia.